Marilisa Calò

Nata a Bari il 25/7/1963, vive e lavora a Roma. Laureata in Giurisprudenza (1983/1988), diplomata alla Centro Sperimentale di Cinematografia in Regia (1988/90), diplomata all’A.S.P.I.C. (Associazione per lo Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Comunità) come consulente psicologico specializzato in età evolutiva (2002/2004).

Inizia a lavorare parallelamente sia come sceneggiatrice e regista, sia come formatore, utilizzando le tecnologie di comunicazione dei media a fini psicopedagogici. Dal 1995 al 1998 risiede a Catania, dove lavora nei carceri per minori, per tossicodipendenti, nelle materne dei quartieri a rischio, nelle scuole, coi gruppi classe e gli insegnanti, e in corsi di formazione mettendo a punto un metodo di ri-educazione all’immagine psico-corporea con l’utilizzo dei mezzi audiovisivi. Da allora collabora con l’ associazione culturale Neon con cui ha creato compagnie teatrali integrate con attori, danzatori e persone con diverse capacità fisiche e psichiche. Nel 1998 torna a Roma dove si forma all’A.S.P.I.C, con cui collabora come formatore dal 2003 al 2010.

Autrice di cortometraggi (vedi Centro Nazionale del Cortometraggio Torino) e documentari che hanno ricevuto riconoscimenti internazionali, è stata assistente alla regia di Michelangelo Antonioni e Wim Wenders nel film Al di là delle nuvole (1994/95). Nel 2003 firma soggetto e sceneggiatura del lungometraggio Pontormo, (finanziato come film di interesse culturale nazionale e uscito nelle sale cinematografiche italiane e americane) e fonda l’associazione Educazione al Benessere Onlus.

Inizia a collaborare con il Centro U.N.E.S.C.O di Firenze per la messa a punto di metodologie educative di apprendimento alla pace attraverso l’utilizzo delle tecnologie dei media, con l’Ufficio delle Politiche della Multietnicità del Comune di Roma per l’inclusione dei cittadini stranieri di prima e seconda generazione (Cittadini si diventa, Stranieri? Elettori!, la Consulta delle donne straniere in politica 2004) e delle culture della diversità (convegno Omosessualità e Europa – Legislazioni a confronto 2005), con Zetema Progetto Cultura s.r.l. per la formazione all’interculturalità di operatori culturali all’interno del sistema musei civici di Roma (Souvenir 2007), per progetti speciali (Exemplum 2008) e  per la documentazione video di progetti europei (ActiveArt – Munari, Folkmus 2010). Dal 2007 è in rete sul territorio del XII Municipio Roma con le coop Agorà (servizi alle persone disabili) e Nuova Socialità (servizi agli anziani fragili), il Municipio stesso e l’associazione culturale Neon Teatro (Catania) alla realizzazione di progetti (La Torre – Nuovi confini) che riguardano la formazione all’interculturalità, la produzione di eventi artistici e la messa in rete sul territorio e online di soggetti pubblici e privati, istituzioni e non, per la costituzione di un centro focalizzato alla formazione alla cittadinanza globale attraverso le arti.

È autrice del libro Ma questo è il teatro! (Giunti, 2006), della raccolta di poesie Nostalgie sommerse (ed. Colitti per Associazione Educazione al Benessere, 2005) e del romanzo Oltretutto (Golena Edizioni, 2017).

Share This
X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più, leggi la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi